ATTIVITÀ REFERENZIALE, DISSOCIAZIONE E PSICOPATOLOGIA

Nell’ambito della ricerca sul processo in psicoterapia la psicoanalista, docente e direttore di ricerca presso il Derner Istitute dell’Adelphi University di New York, Wilma Bucci ha avviato un tentativo di riformulazione ed ampliamento dei concetti metapsicologici e degli ambiti della psicoanalisi verso i contenuti delle neuroscienze, da un lato, e delle scienze cognitive, dall’altro. Tale intento ha contribuito alla formulazione Teoria del Codice Multiplo, una base teorico-empirica per lo sviluppo di un metodo di ricerca sulla valutazione dell’attività referenziale, misura dell’andamento globale della terapia attraverso i trascritti di sedute. Come già affermato, il metodo si colloca nel filone della Ricerca sul Processo e nasce, come molti metodi empirici di valutazione del cambiamento terapeutico, dalla crisi della metapsicologia freudiana, così come documentata dalle numerose controversie sulla teoria della mente alla base della pratica psicoanalitica (Holt 1989, Klein 1976, Wallerstein 1988). A partire da tali controversie, ci si è resi conto che la psicoanalisi ha bisogno di una moderna teoria che spieghi i fondamenti della pratica clinica. La teoria della Bucci rappresenta un approfondimento della differenziazione freudiana del processo primario e secondario. La teoria freudiana evidenziava la presenza di due distinte modalità di pensiero, includendo assunti improponibili nella realtà odierna non essendo stata ancora dimostrata la loro validità di costrutto. L’autrice propone, invece, un’organizzazione del pensiero e della memoria tripartita, in cui sono contemplate forme di pensiero verbali simboliche, non verbali simboliche e subsimboliche. L’integrazione di tali modalità di pensiero dovrebbe accompagnare l’individuo in ogni situazione quotidiana, manifestandosi nel suo eloquio; ne è esempio, all’interno di una psicoterapia, l’associazione libera del paziente. In seguito a situazioni traumatiche, i tre sistemi di pensiero possono non funzionare in maniera integrata: in tal senso, la psicoterapia può configurarsi come strumento in grado di ripristinare il funzionamento combinato dei tre sistemi.

Phone: 06.80.72.063
Fax: 06.86.70.37.20
00197 Roma
Via Archimede, 179

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile e non utilizza cookie di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi