CD: 0-5. Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’Infanzia. ZERO TO THREE[:en]CD: 0-5 TM. Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’Infanzia. ZERO TO THREE

CD: 0-5. Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’Infanzia. ZERO TO THREE[:en]CD: 0-5 TM. Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’Infanzia. ZERO TO THREE

32,00

Descrizione

Originariamente pubblicata nel 1994 a cura della ZERO TO THREE, la Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’Infanzia (CD: 0-3) è stato il primo sistema per la diagnosi della salute mentale e dei disturbi di sviluppo dei bambini basato sullo sviluppo (0-3 anni). La revisione della CD: 0-3, pubblicata nel 2005 (CD: 0-3R) deriva dalla ricerca empirica e dalla pratica clinica condotte in tutto il mondo a partire dalla pubblicazione del 1994 e approfondisce i criteri della CD: 0-3.

La CD: 0-5 ha acquisito le nuove scoperte relative alla diagnosi del bambino e ha affrontato le questioni rimaste irrisolte in questo campo; fornisce un aiuto per:

  • Riconoscere la salute mentale e le difficoltà di sviluppo nei bambini, fino ai 5 anni di età;
  • Comprendere come le relazioni e gli agenti psicosociali di stress contribuiscono alla salute mentale e all’insorgenza dei disturbi dello sviluppo e includere i fattori ambientali nel processo diagnostico;
  • Utilizzare i criteri diagnostici in modo efficace per la classificazione, per la formulazione del caso e per l’intervento;
  • Agevolare la ricerca sui disturbi della salute mentale nei bambini.

La CD: 0-5 migliora la capacità di prevenire, diagnosticare e trattare i problemi della salute mentale nei primi anni di vita, mediante l’identificazione e la descrizione dei disturbi non presenti negli altri sistemi di classificazione, e l’identificazione di validi approcci di intervento.

La CD: 0-5 include disturbi che si presentano nei bambini nei primi 5 anni di età.

La CD: 0-5 estende, quando appropriato, i criteri diagnostici a fasce di età inferiori, incluso in alcuni casi il primo anno di vita.

La CD: 0-5 introduce alcuni nuovi disturbi come: il Disturbo Specifico della Relazione dell’Infanzia, il Disturbo da Disregolazione della Rabbia e dell’Aggressività dell’Infanzia e il Disturbo dell’Autismo Precoce Atipico.

La CD: 0-5 mantiene il sistema multi-assiale che consente una considerazione ottimale del contesto nella valutazione e nella diagnosi; la maggior parte degli assi è stata sostanzialmente rivista.

Per tutti coloro che si occupano della salute mentale infantile – clinici, counselor, medici, infermieri, specialisti dell’età evolutiva, assistenti sociali e ricercatori – la CD: 0-5 costituirà una guida indispensabile per la valutazione e il trattamento dei bambini e delle loro famiglie in una vasta gamma di situazioni.

Per scaricare le tabelle per la stampa clicca qui www.fioritieditore.com/risorsecd05

Altre informazioni

ERRATA CORRIGE

A proposito del Disturbo da Stress Post Traumatico a p. 147, è saltato il criterio E, quindi il criterio E che si legge è in realtà il criterio F. Di seguito il corretto criterio E con il successivo criterio F.

  1. Dopo l’evento traumatico, il bambino può manifestare insorgenza o intensificazione di sintomi di aumentato arousal, come dimostrato da almeno due dei seguenti:
  • difficoltà ad andare a letto, che si manifesta con tenaci proteste al momento di coricarsi, difficoltà di addormentamento, o ripetuti risvegli notturni non associati a incubi;
  • difficoltà di concentrazione;
  • ipervigilanza;
  • risposte di allarme esagerate;
  • aumentata irritabilità, scoppi di rabbia o estrema confusione, o attacchi di collera.

__________________________________________________________________________

  1. I sintomi del disturbo, o l’adattamento dei caregiver ai sintomi, compromettono significativamente il funzionamento del bambino e della famiglia in uno o più dei seguenti modi:
  • causano disagio al bambino;
  • interferiscono nelle relazioni del bambino;
  • limitano la partecipazione del bambino alle attività o alle routine adeguate al suo sviluppo;
  • limitano la partecipazione della famiglia alle attività o alle routine quotidiane;
  • limitano la capacità del bambino di imparare e sviluppare nuove abilità o interferiscono con i progressi dello sviluppo.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.3 kg
Edizione italiana a cura di

Sandra Maestro e Filippo Muratori

pagine

272

Anno

2018

ISBN

978-88-98991-61-7

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile e non utilizza cookie di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi