STIGMA E RISCHIO DI SUICIDIO. OVERVIEW

Lo stigma si riferisce ad un marchio che denota qualitÀ peggiorative nell’individuo contrassegnato. La malattia mentale è considerata come la principale di queste qualitÀ; una conclusione che deriva dall’associazione tra malattia mentale, paura irrazionale, e violenza imprevedibile come spesso riportato dai mass media, nonché dalla nozione che la malattia mentale non è vera malattia come invece sono quelle organiche. Non solo la stigmatizzazione della malattia mentale impedisce ai pazienti di ricevere una terapia adeguata, che poi li espone ad un maggiore rischio di suicidio, ma anche può anche apparire come la migliore soluzione per risolvere lo stigma. Vari ambienti possono essere riconosciuti nei quali avviene questo processo, come la famiglia, i luoghi della cura e tra i mass media, per citarne solo alcuni. Il suicidio è di per sé una fonte di stigma in quanto colui che manifesta ideazione suicidarla è considerato debole, fonte di vergogna, peccatore ed egoista, il che impedisce a questi individui di cercare l’aiuto terapeutico nelle fasi precoci del processo suicidarlo.

Phone: 06.80.72.063
Fax: 06.86.70.37.20
00197 Roma
Via Archimede, 179

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile e non utilizza cookie di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi