L’IMMAGINE FILMICA NELLA FORMAZIONE: LE NARRAZIONI SULLA VIOLENZA ALL’INFANZIA

Il presente contributo rivolge l’attenzione alle risonanze emotive, alla soggettività di chi affronta il tema della violenza all’infanzia. Lo studio si propone di esplorare i processi attraverso i quali i soggetti, posti all’interno di un gruppo impegnato in attività formativa, organizzano informazioni e costruiscono rappresentazioni sull’abuso sui minori. Il gruppo dei partecipanti all’indagine è composto da 163 soggetti (122 studenti universitari, e 41 professionisti tra cui N = 12 agenti delle Forze dell’ordine e N = 29 operatori sociosanitari) ai quali è stata proposta la visione del film documentario Una storia americana (Capturing the Friedmans, USA 2003). I contenuti delle riflessioni sono stati analizzati attraverso l’analisi delle frequenze ed i test statistici del Chi2 . Lo studio conferma l’importanza dell’utilizzo, nella formazione, dei laboratori cinematografici che rendono possibile anche la narrazione interiore permessa dalla relazione, e dalla protezione, che si crea all’interno del gruppo per mezzo del quale si dà pensabilità all’accaduto ed una motivazione agli eventi e al loro senso.[:]

Phone:06.80.72.063
Fax: 06.86.70.37.20
00197 Roma
Via Archimede, 179

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile e non utilizza cookie di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi